Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘profumi’

Autunno … io ce l’ho profumato

Autunno, tempo di catturare gli ultimi profumi dell’estate prima che svaniscano.

Sgraniamo la nostra lavanda fatta essiccare a testa in giù, e la mettiamo in questi variopinti sacchettini che andranno a profumare i cassetti della nostra biancheria intima.

Sacchetti di lavanda

Cami monda il prezzemolo appena raccolto dal nostro orto, e dopo averlo lavato e asciugato per bene lo mettiamo in freezer nei sacchetti, pronto per insaporire i nostri piatti durante l’inverno.

Io denudo la pianta del basilico da tutte le belle e profumate foglie e le mettiamo in un vaso sott’olio, bello pronto per i sughi al pomodoro durante la stagione fredda.

Raccolgo i pomodori verdi rimasti sulle piante e che oramai non giungeranno più a maturazione; devo ancora decidere se metterli sotto aceto o fare una marmellata di pomodori verdi.

E poi altri profumi dell’orto: le ultime erbe coste, gli ultimi peperoncini verdi da mettere sotto aceto e condire poi con sale olio e grana, gli ultimi peperoncini rossi tondi da fare ripieni al tonno, …

… intanto i nuovi profumi invernali sono già quasi pronti!

Annunci

Read Full Post »

La partecipazione a Profumi di Mosto 2008 non era cominciata sotto dei buoni auspici, infatti anche Fabio doveva unirsi a noi ma segnandosi l’appuntamento sul suo cellulare, usando lui quella funzione inutile che è il T9 gli era uscito un malaugurante Profumi di Morto! 😐
Tra l’altro si è auto-portato sfiga perché domenica era a casa con l’influenza.

Poi essendo in giro in motorino, un uccello ha pensato bene che la mia camicia fosse un bersaglio perfetto (come si può vedere nella foto sostenuta da Sandro)! 😐

Però Profumi di Mosto si è dimostrata una gran bella manifestazione, e complice il sole splendido un’occasione per trascorrere una giornata all’aria aperta incontrando varie persone e godendo del piacere di buoni piatti e di buon vino.
Ovviamente ho fatto qualche fotografia volante che ho raccolto in un bell’album.

A dire il vero quest’anno l’ho trovata personalmente un po’ sotto tono rispetto alle precedenti edizioni a cui ho partecipato.
Innanzitutto non mi è piaciuta la decisione di concentrarsi sui vini rossi, visto che io non sono molto amante, mentre preferisco bianchi e chiaretti.
Inoltre quest’anno è stato fissato un limite a 8 come numero massimo di cantine per degustare, mentre gli altri anni volendo si potevano far passare anche le oltre 20 cantine coinvolte. Intendiamoci, 8 è più che sufficiente, ma è il principio di limitarmi che non mi va.

Però dai, basta lamentarsi, e andiamo con le mie personali classifiche, che quest’anno ho fatto su luoghi, vino e pacchetto completo (luoghi, vini, abbinamenti, servizi).

LUOGHI
Per quanto riguarda la bellezza delle cantine, un ex aequo:

Cantina La Basia di Puegnago del Garda


La Basia

Le Chiusure di San Felice del Benaco
Che tra l’altro ha un’ottimo chiaretto che però aimé non era in degustazione.


VINI
Beh, dopo la premessa è ovvio che nessun rosso mi ha impressionato, mentre mi sono piaciuti due vini:

LA MIGLIOR CANTINA IN ASSOLUTO
La cantina che però a mio avviso ha interpretato al meglio lo spirito della manifestazione è stata in assoluto la Cantina Avanzi di Manerba del Garda, azzeccata la decisione di consentire la degustazione di tutta la produzione (e non solo di uno o due rossi), ottimo il suo spumante rosé, ottimo il suo chiaretto, superlativo il “Pestom” con polenta alla brace, molto piacevole il tour guidato degli spazi delle cantine e dei luoghi di degustazione, molto disponibile il proprietario.
Proprio bravi, complimenti!

Ed ora non mi resta che dire: all’anno prossimo! CIUK!
😀

Read Full Post »