Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘elezioni europee’

Lingue:

Io ci ho provato!
Sì, ho voluto crederci e ci ho provato veramente con tutte le mie forze, con grande perseveranza e insistenza fino al limite della inopportunità a far entrare il mio progetto europeo nelle agende politiche italiane in vista delle elezioni europee di giugno, però ho fallito.

Ho provato a far capire l’importanza e l’urgenza nella nostra epoca di garantire la cittadinanza digitale (e quindi prima di tutto la connettività a banda larga) a tutti i cittadini, aziende e istituzioni europee per consentire loro di partecipare attivamente e da protagonisti alla Società della Conoscenza, per un’Europa capace di futuro.
Ho provato a far capire le immense opportunità che si aprirebbero, ma anche che i rischi che si corrono non facendo nulla sono enormi.
Ma ho fallito.

In queste settimane avevo mantenuto un doveroso riservo, qualcosa sembrava infatti si stesse muovendo e c’era stato interesse da parte di importanti esponenti nazionali soprattutto del Partito Democratico, ma anche di altri partiti.
Ringrazio le centinaia di persone che mi hanno dato il loro appoggio.
Ringrazio Romano Prodi che mi ha scritto addirittura due lettere di supporto di suo pugno (le mostrerò orgoglioso a Camilla quando sarà grande).
Ringrazio il Presidente del Parlamento Europeo Hans-Gert Pöttering per le sue parole di apprezzamento e di sprono a proseguire.
Però mi dispiace ma non è servito a niente, alla fine le candidature dei partiti sono state decise dai soliti pochi nomi in base alle solite logiche autoreferenziali, incuranti del volere della gente e senza valutare i meriti e le proposte.

Ho sempre pensato che fare politica significa realizzare idee e progetti concreti per migliorare la vita dei cittadini, e che tutto il resto sono inutili chiacchiere da politicanti.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Io amo la mia famiglia, ma mi piace anche il mio lavoro e penso siano due dimensioni fondamentali attraverso cui passa la mia realizzazione personale.

Nel mondo del lavoro però spesso vige una forma di incomprensibile estremismo per il quale è considerata quasi un’eresia dire che il tuo lavoro deve essere compatibile con la famiglia, mentre invece dovresti dedicare tutto te stesso sacrificando il resto.

Io ho sempre considerato tutto ciò una immensa stupidaggine: penso non sia necessario essere di grandi geni per capire che se uno non sta bene con se stesso e la sua famiglia non può stare bene con gli altri, di conseguenza non essendo sereno anche il suo rendimento sul lavoro sarà molto inferiore.

Mi ha fatto quindi piacere trovare tra i materiali grafici elaborati dal Parlamento Europeo in vista delle elezioni europee questa cartolina:

Come potremmo migliorare il bilanciamento tra famiglia e carriera?

Come vedete però la cartolina è in inglese, infatti con mia sorpresa ho scoperto purtroppo che nel pacchetto italiano invece non c’è, non è stata tradotta.
Spero sia stata solamente una svista.

E’ un peccato che il mio progetto europeo non trovi spazio perché infatti tra i principali benefici a cui personalmente tengo molto c’è:

miglioramento del benessere e della qualità della vita, consentendo nuove forme di organizzazione del lavoro più flessibili in tempo e luogo di svolgimento (telelavoro) contribuendo al miglioramento dell’inquinamento e della congestione del traffico nelle città, alla rivitalizzazione delle comunità e delle economie locali, e ad un migliore bilanciamento tra lavoro e famiglia.

Speriamo che traducano la cartolina anche in italiano …

Read Full Post »