Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Varie’ Category

La prigione nel deserto

Ultimi giorni dell’anno, giorni di aperitivi, di auguri, di risate e vaccate in compagnia.

Saranno stati gli effluvi provenienti dai flûte, ma può pure capitare che oltre al divertimento e al piacere dell’incontro, ne esca pure uno scambio “filosofico”.

Un amico mi faceva riflettere sul fatto che ci possono essere due tipi di prigioni: quella classica in cui la tua  libertà è limitata all’estremo, ma anche quella del deserto in cui hai libertà totale, ma non te ne fai nulla.

Qual’è la morale? A dire il vero non ci ho riflettuto molto.
Forse la libertà e la ricchezza rappresentata dalla pacifica e armoniosa convivenza delle complessità e delle diversità.

Read Full Post »

Le campane sono indubbiamente il simbolo della festa e qualche giorno fa stavamo passeggiando tra la neve in paese con Camilla, quando sentiamo che i Campanér de San Filìs (campanari di San Felice del Benaco) stanno iniziando un mini-concerto di campane.

Ci infiliamo quindi di soppiatto nella torre campanaria dove, salendo le anguste scalette che portano al primo piano sentiamo … quattro, due, sette, terzine, tre …

Appena raggiunto il piano capisco subito che è il maestro che chiama in anticipo di una battuta il numero delle campane (se non sbaglio a San Felice sono otto) che devono suonare, leggendo lo spartito fatto di numeri: curioso, molto curioso!

Non deve essere facile, oltretutto per suonare le campane più grosse è necessario infilare i piedi in apposite foot straps, immagino per non essere risucchiati verso l’alto dal peso della campana.

Scopro dal Mazzoldi che ciò che abbiamo visto con Camilla è in realtà un pezzo di storia secolare che si sta perpetuando sino ai giorni nostri.

Le prime notizie storiche risalgono infatti al 17 aprile 1408. Era il periodo durante il quale il territorio di Scovolo veniva diviso tra le due comunità di Portese e San Felice. Portese pretendeva la campana del castello, ma San Felice preferì tenersi lo strumento musicale e cedere al suo posto il campo denominato “Ciliegia”.

Scopro che addirittura nel 1600 fu redatto uno Statuto dei Campanari.

(altro…)

Read Full Post »

La classifica degli animali

Era da un po’ che lo promettevamo a Camilla e finalmente sabato l’abbiamo portata a vedere un po’ di animali.
Beh, devo dire che anche a me è inaspettatamente piaciuta come gita.

Quindi ecco la mia personale classifica. 😀

Il migliore

Pantera nera

Beh, incrociare lo sguardo della pantera nera a distanza ravvicinata è inquietante ma affascinante.

Il più elegante

Qui c’è un ex aequo tra i fenicotteri e la gru coronata.

Il più simpatico

Suricato

Che bel trutulì il suricato!

(altro…)

Read Full Post »

Lunedì ero a Milano per lavoro e già arrivando in stazione centrale dagli enormi manifesti si capisce che si è in piena campagna elettorale in vista delle elezioni regionali.

In metro mi è caduto poi l’occhio sui manifesti per la campagna del candidato del Partito Democratico Filippo Penati e mi sono detto: fiii, vorrei proprio conoscere quegli autentici geni che sul motto “è tempo di cambiare” immagino dopo giorni di tormentate elucubrazioni mentali e dopo incontri su incontri con i dirigenti regionali del PD hanno partorito come immagine un pomello della leva del cambio!
Una metafora veramente spintissima! 😀

Dico io, ma se pöl?

Mamma mìa, io non ne so nulla di comunicazione, ma mi pare che non ci voglia molto per capire che una campagna deve essere una call to action (vota) motivata da un convincente testo + immagine che faccia comprendere il valore di almeno un punto del proprio programma elettorale e soprattutto l’effettiva necessità.
E poi se chiedi il voto per una persona, almeno metti la sua faccia, isn’t it?

Mah, e sarei anche curioso di sapere quanta è costata l’ideazione … no, però pensandoci ho paura di saperlo …

Read Full Post »

Preparando la rassegna stampa di oggi mi ha molto colpito il titolo in prima pagina Acquedotti del Bresciano: «giro di vite» nei controlli in cui l’ASL esterna tutta la sua preoccupazione per le condizioni di potabilità delle acque e dello stato degli acquedotti del bresciano e annuncia indagini approfondite su tutto il territorio.

Che le pressioni stiano sortendo qualche effetto?

Leggendo bene trovo delle affermazioni significative del dottor Fabrizio Speziani, Direttore del dipartimento di prevenzione medica dell’Asl di Brescia, il quale dice parlando delle cause che hanno provocato la grave epidemia a San Felice:

Molto probabilmente inadeguata manutenzione della rete, ma soprattutto il fatto che si attinga acqua dal lago: una pratica che dovrebbe essere adottata solo in extrema ratio, in assenza di altri pozzi.
L’acqua del lago infatti deve essere trattata in modo molto accurato: contiene celenterati, protozoi, e anche virus enterici, come in tutte le acque superficiali.

A me sembra una affermazione importante da parte dell’autorità sanitaria, anche perché mi pare proprio che invece sul lago la tendenza sia quella di asserire il contrario ovvero che il prelievo dal lago sia la soluzione ottimale, basta anche vedere le affermazioni nel Consiglio Comunale di Salò sulla situazione dell’acqua.

Read Full Post »

Anche sulla stampa di sabato 1 agosto sono continuati gli echi della evanescente assemblea del 28 luglio:

Read Full Post »

Eccovi la consueta rassegna stampa dal 30 giugno al 3 luglio.

30 giugno

2 luglio

3 luglio

Read Full Post »

La Cultura … all’osso

Domenica sera interessante discussione con Paola davanti ad un pizza al prosciutto, ad un fritto misto e a delle patatine.

Abbiamo fatto l’esperimento di provare a ridurre all’osso il nostro concetto di Cultura ed ecco ciò che ne è uscito, anche se con una sintassi un po’ contorta:

La Cultura è ciò che ti rende cosciente che al mondo c’è “Altro” altrettanto giusto e con uguale dignità rispetto a te stesso e al tuo mondo, e con quel “Altro” ci hanno “tirato grandi” ragazzi che vivono nel mondo in armonia con l’ “Altro”.

E questo è molto più del concetto di tolleranza.

Interessante, no?
Cosa ne pensate?

Read Full Post »

Aerei che giocano a tris

Ieri il cielo era terso e alzando gli occhi ho visto due aerei evidentemente ad altitudini diverse le cui scie si stavano incrociando.

E’ stato buffo, sembrava stessero giocando a tris usando come piano il cielo!
🙂

Read Full Post »

Ieri sera a San Felice io e Camilla siamo andati al concerto di musica classica dell’Orchestra Amadeus composta da giapponesi e italiani.

Devo ammettere che questa è forse la seconda o terza volta in vita mia che assisto ad un concerto di musica classica, di cui peraltro non conosco praticamente nulla.
E’ sempre però molto piacevole ascoltare la morbidezza del suono degli archi dal vivo.

Personalmente mi sono piaciute le due danze per arpa e archi di Debussi, inoltre l’arpista Francesca Tirale e le due violiniste erano molto carine e quindi erano proprio una bella immagine da vedere.

E va bene, lo ammetto, durante l’inchino di ringraziamento dell’arpista l’occhio mi è caduto più volte sul decoltè diciamo così molto generoso, mmmhhh, generosissimo, però ho notato che non ero l’unico. 😛

Tra l’altro, della serie San Felice è l’ombelico del mondo, ho scoperto questa sera che a San Felice abitano i discendenti di una importante arpista francese vissuta a cavallo tra ‘800 e ‘900, Caline Tardieu, i quali hanno promosso insieme all’Assessorato al Turismo la serata.

Read Full Post »

… un anno è passato

WOW, mi sono accorto che ridendo e scherzando è passato un anno da quando ho iniziato questa avventura di tenere il mio blog, e veramente non pensavo di avere così tante cose da scrivere.

Riguardandolo vedo che molte cose sono successe e tanti pensieri sono passati in questa testolina ed è veramente stupefacente quanta gente viene a leggermi ogni giorno e condivide con me i suoi pensieri.

Mi stavo chiedendo il motivo di tanto interesse:
a parte amici e parenti che vengono a leggere ciò che faccio o penso, visto però che non ne ho poi così tanti, riguardando la classifica degli articoli di maggior successo vedo che molti sono interessati ai luoghi che ho visitato, oppure alla gastronomia, quindi nella top ten si trovano ad esempio:

ma anche il divertentissimo e curioso caso di:

che è stato la causa dello sputtanamento del povero Mastella in Parlamento durante la seduta della caduta del Governo Prodi, 😀

ed ovviamente il mio preferito e quello che mi ha dato le maggiori soddisfazioni:

Vorrei soffermarmi in particolare su questo post dando una volta per tutte un consiglio a tutti quelli che mi scrivono perché, stanchi della propria vita vogliono mollare tutto e trasferirsi a Megisti per voltare decisamente pagina: credetemi quello non è il posto che fa per voi!

Come scrivo nel finale della poesia realmente penso che quell’isola sia un

paradiso per chi ha già un posto nel mondo
e vorace letale voraggine per chi invece si è perduto
e non ha capito che figli, amore e opere uccidono la morte

e quindi se già avete dei problemi l’isolamento di un’isola così isolata non farà altro che amplificarli a dismisura, me racomande!

… ed ora via, verso nuove avventure!

Read Full Post »

Io bello, Noi brutti

Oggi stavo passeggiando gustandomi un gelato e notavo in giro tanta gente bella, ben tenuta, ben vestita e a differenza di anni fa si vede sempre meno gente che esce di casa “così come capita”.

Stavo notando però anche il contrasto con le nostre città che sono invece sempre più trasandate.

Perché la cura del bello che applichiamo alla nostra persona non si riesce quindi a riversarla sul Pubblico?

Mah, lo so, sono pratiche onanistiche mentali, però era così, solo una domanda che mi è nata spontaneamente.

Read Full Post »

Diventiamo moralisti nel momento
in cui ci accorgiamo di essere infelici.
(Marcel Proust

Questa mattina quando l’ho letta ci ho riflettuto ed effettivamente, ripensandoci, nei periodi in cui “arranco” un po’, sono anche un po’ più “rigido” con gli altri.

Quindi vacanze, relax e divertimento sono tasselli indispensabili, non solo per se stessi, ma anche per un mondo migliore e più tollerante.

… cosa non si fa per giustificare un po’ di sano cazzeggio!
😉

Read Full Post »

Ma quanta gente ancora lavora?

Io sinceramente a luglio ed agosto lavoro bene, periodo tranquillo, poco traffico … mmmhh, almeno gli altri anni, perché al mattino trovo ancora un sacco di gente per strada che va al lavoro!

Sarà il segnale della crisi economica?
Sarà che girano un po’ meno soldini per andare in ferie?
Sarà che molti l’hanno capita che se si va in vacanza fuori stagione si spende meno, molto meno, e si sta meglio?

La mia coscienza: “… sarà sarà, Maury, ma saranno ben fatti loro?
Io: “eh, vabbé, era così per dire, dai, non prendertela, solamente la coda a fine luglio non l’avevo mai vista

Vediamo la prossima settimana. 🙂

Read Full Post »

Fine settimana dedicato a ridipingere le ante.
Ci ho messo tutto l’impegno per cercare almeno un aspetto positivo in questa attività, ma proprio non l’ho trovato.

Il mio pensiero è andato alla fatica della gente di montagna con case in legno che questa attività deve farle quasi con cadenza annuale.

Ne ho però tratto una filosofia: “il bello costa fatica” 
… ma siamo sicuri sempre?

Il mio morale è un po’ cambiato domenica quando ho deciso di scacciare un po’ la noia del pennello accompagnandomi con l’i-taroc (il mio vecchio lettore mp3 con radio) che aveva ancora caricati brani di diversi generi (da Antonello Venditti a Marilyn Manson), compagni di viaggi di mesi fa.

Kunta Kinte di Daniele Silvestri mi ha fatto riflettere sul mondo dei blog e sull’occhio attento ma anche preoccupato con cui cominciano ad essere visti dal “potere”:

(un estratto del testo)

L’unico miracolo politico riuscito in questo secolo
è avere fatto in modo che gli schiavi si parlassero, si assomigliassero
perché così faceva comodo per il mercato unico e libero.
Però così succede che gli schiavi si conoscono, si riconoscono
magari poi riconoscendosi succede che gli schiavi si organizzano
e se si contano allora vincono.

La mia parte intollerante di Caparezza invece mi ha fatto ritornare alla discussione sui giovani di qualche settimana fa e sul fatto che credo che interessarsi di qualcosa sia un valore in se:

(un estratto del testo)

… meglio depressi che stronzi del tipo “Me ne fotto” , perché non dicono “Io mi interesso”?

Venditti poi ha sempre il potere di portarmi subito in un atmosfera calda e famigliare di viaggio verso il mare, e l’eleganza e la classe di Sade sono assolutamente immensi.

Read Full Post »

Tempo pazzerello !

Nevigata sul Monte BaldoIeri 14 giugno verso ora di pranzo le nuvole che ricoprivano la cima del Monte Baldo si sono aperte e … tò, una nevicatina a metà giugno proprio io non la ricordo.

Oggi 15 giugno, nel tardo pomeriggio siamo andati a fare una passeggiata ad OLEA 2008 (Rassegna Regionale dell’Olio Extravergine di Oliva di Qualità DOP) in Piazza a San Felice per l’happy hour con La Strada dei Vini e dei Sapori del Garda, ma dopo poco più di un’oretta siamo tornati a casa visto che c’erano 15 gradi e pioveva … a metà giugno!

A tempoooo, che te pòssino …!

 

Read Full Post »

1000 Miglia 2008

English1000 MigliaQuesta sera c’è la partenza della 1000 Miglia Storica al suo 80° compleanno, mille miglia da Brescia a Roma e ritorno percorse da 375 tra le auto storiche più belle del mondo, lungo un percorso che attraversa i luoghi tra i più belli d’Italia, passando per Verona, Ferrara, Ravenna, Urbino, Assisi, Spoleto, Terni, Viterbo, Siena, Firenze, Modena e Mantova, ma anche e soprattutto per centri minori.

Come ogni anno ho approfittato della pausa pranzo per andare in centro ad assistere alla sfilata delle auto partenti e ne ho approfittato per fare un po’ di fotografie che ho messo in un mini-album fotografico.
Aston Martin 1000 Miglia1000 Miglia

Devo dire che è impressionante vedere quanta gente attira questa manifestazione, quanti visi, quante lingue, quanta bella gente, quante belle auto, quanti soldi, e quanto buon tempo: quanta grazia signori!
Ed è curioso vedere russi e americani uno dopo l’altro condividere questo momento:

Auto RussaCadillac California Stati Uniti

Quante case automobilistiche, dalle più conosciute come Ferrari, BMW, Mercedes, Alfa Romeo, Fiat, Aston Martin, Maserati, Porsche, Lancia, Jaguar, Bugatti, Bentley, ad altre sconosciute (quantomeno a me) come LimousineStanga, Healey, Bandini, Om, Cisitalia, Wanderer, Moretti, Correro, Osca, Riley, Ermini, Frazer.

Però come da tradizione il cielo si sta coprendo e le nuvole sono minacciose e mi hanno appena detto che qua vicino sta già piovendo, quindi temo per loro che sarà un viaggio umidiccio.

Ovviamente dove ci sono tanti soldi non possono mancare i soliti “sboroni” che si presentano in Limousine.

Tra tutte però la mia auto preferita è stata questa: Fiat 600 Multipla, un mito! 🙂

Fiat 600 multipla

Read Full Post »

1000 Miglia 2008

Italiano1000 MigliaThe race 1000 Miglia Storica is leaving tonight. It celebrates this year the 80th birthday!
One thousand miles between Brescia and Rome (and back) run by 375 among the most beautiful old cars of the world, running through some of the most charming places of Italy, Verona, Ferrara, Ravenna, Urbino, Assisi, Spoleto,Terni, Viterbo, Siena, Florence, Modena and Mantua, and especially through some smaller, but none the less charming, villages.

As usual for me, I took the opportunity of my lunch break to go in the town centre (Brescia) and watch the parade of the leaving cars,taking some photos (see the photo album).
Aston Martin 1000 Miglia1000 Miglia

I must say that it is really striking the quantity of people this event attracts. So many faces, so many different languages, a lot of nice people, so many beautiful cars, so much money… and so much time to spare, it’s really fantastic!
It is funny to see Russians and Americans sharing together this moment:

Russian casCadillac California United States

How many racing teams, from the most famous, such as Ferrari, BMW, Mercedes, Alfa Romeo, Fiat, Aston Martin, Maserati, Porsche, Lancia, Jaguar, Bugatti, Bentley, to the less renowned (at least, to me) such as LimousineStanga, Healey, Bandini, Om, Cisitalia, Wanderer, Moretti, Correro, Osca, Riley, Ermini, Frazer.

By the best tradition, the sky is growing cloudy… clouds are in fact rather threatening, and someone has just told me that it is raining not so far… I’m afraid it will be a quite damp journey.

Of course, where so much money is involved, the usual show-offs cannot fail to be present in their Limousines …

Among all the cars my favourite was this: Fiat 600 Multipla, a legend! 🙂

Fiat 600 multipla

Read Full Post »

Venerdì sera festa di compleanno latina di Davide al Havana Cafè di Montinelle di Manerba del Garda, locale cubano, gestito da una ragazza cubana e frequentato da sudamericani.

Bandiera CubaDavide si scatena

Così, circondati da danzanti, vocianti e coinvolgenti (persino io, noto manico di scopa, ho ballato) domenicani/e, colombiani/e, cubani/e, portoricani/e, ecc. la lingua ufficiale era lo spagnolo e ovviamente non so perché, quando si viene a contatto con una lingua straniera la curiosità e la maggiore velocità di apprendimento la si ha in particolare sulle parolacce, e così anch’io ho doverosamente imparato il modo di dire sudamericano …

Conio, es verdàd!

Si accettano tentativi di traduzione …
🙂

Read Full Post »

Caro Marco hai toppato

Marco TravaglioPremetto che considero gente come Marco Travaglio o Grillo alla stregua di indicatori ecologici di democrazia, o di sani anticorpi, e il fatto che possano esprimersi liberamente mi sembra un buon segno, indipendentemente dal fatto di condividere o meno le loro idee.

Mi piace Travaglio quando mi racconta i fatti da cui trarre ognuno proprie valutazioni.
Sabato sera però a “Che tempo che fa(ecco il video dell’intervista) non mi è proprio piaciuto.

Nessuno deve essere intoccabile e quindi neppure Schifani, ma penso che Travaglio doveva limitarsi ad esporre quelle che a suo avviso erano evidenze di eventuali collegamenti con la mafia.
Invece è scaduto nell’offesa più infantile, inutile e gratuita, non importa che il destinatario fosse Schifani, parole così non andrebbero mai rivolte a nessuno.

Quindi, caro Marco mi spiace dirtelo questa volta hai toppato, tra l’altro paradossalmente è stato un segno di grande debolezza.

 

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »