Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Territorio’ Category

Che bella atmosfera c’era ieri in Valtenesi. Scorrazzando per i campi con la mia bicicletta era tutto un movimento pacioso di gente intenta a “góer” (raccogliere le olive in dialetto), molti rumori di “pettini”, reti a terra sotto gli ulivi, “scalì” (scala a pioli per la raccolta delle olive) incastrati tra i rami, Panda bianche riesumate con incorporati anziani con larghi camicioni infeltriti a scacchi, cappelli di paglia, bambini, famiglie, cani che correvano.

Poi animali, tanti animali in libertà, fagiani, lepri, pecore, tante pecore, a un certo punto sono stato circondato da centinaia di pecore, con molti simpatici agnellini incuriositi da me e dalla bicicletta …

Pecore

… e ancora, cavalli, tanti, tantissimi cavalli e cavalieri a passeggio con i Cavalieri del Garda

Cavalli in Valtenesi

Cavalli in ValtenesiCavalli in Valtenesi

… un’atmosfera immensamente rilassante!

Annunci

Read Full Post »

Non riuscivo a dare forma testuale sintetica e consistente a come immagino il turismo presente e sempre più del futuro.
Ci hanno pensato Carlin Petrini e gli ICT days:

Il turismo del futuro?

Parte dai cittadini residenti,
dalla loro qualità della vita,
dalla capacità di essere felici,
dalla loro cura verso la terra che abitano.
I turisti arriveranno di conseguenza.

(Carlin Petrini)

Uomo disteso su un muretto in riva al lagoIo penso che il successo di ogni luogo parta dalla sua felicità e dall’energia che trasmette con il proprio vissuto.

Già, perché se ognuno di noi riflette sul proprio essere viaggiatore, si accorge in realtà di voler soprattutto vivere i luoghi e non solo attraversarli.
Quindi è necessario sempre più far parlare il vissuto del posto. Far diventare il proprio territorio il set vivente in cui le persone abbiano voglia di ambientare un breve pezzo della loro vita.

Ecco perché c’è bisogno di un’ottima politica locale, per la felicità dei propri cittadini.
Ecco perché la promozione turistica deve puntare sempre più sul racconto collaborativo e “social” del territorio.
Un cambio di paradigma che sono certo può dare frutti importanti.

Mammamia che discorsi importanti, non ci sono abituato, sono troppo stanco, meglio che mi stenda un po’ a “cazzeggiare“.
🙂

Read Full Post »

Guardare il lago da un aereo sopra le nuvole?
Beh, ieri dalla Rocca di Manerba la sensazione era proprio quella, con la penisola di Sirmione sullo sfondo.

Rocca di Manerba

Nel fine settimana un sottile cuscino di nebbia si è adagiato sul lago dando luogo ad atmosfere molto affascinanti, …

Rocca di Manerba

… atmosfere da Highlands scozzesi, …

Rocca di Manerba

… ma anche sorprendenti contrasti di colori …

(altro…)

Read Full Post »

A San Felice da qualche anno esiste una strana rotonda di forma allungata (nella foto qui sotto).

Mi diverte troppo il fatto che in paese, in modo assolutamente spontaneo, ormai per tutti quella rotonda è “ufficialmente” il Fagiolo, anzi, el fasöl.

Da qui alle indicazioni stradali il passo è breve:
… arrivi al Fagiolo, poi giri a destra e …” 😀

Rotonda fagiolo

Read Full Post »

Il turismo cerca la natura

Il 55% degli italiani in una meta turistica cercano soprattutto natura e paesaggi gradevoli che insieme alla cultura e alla storia rappresentano gli ingredienti irrinunciabili. E’ quanto emerge da una ricerca Coldiretti-Swg presentata all’apertura della BIT (Borsa Internazionale del Turismo) 2012.

Tale interesse cresce con l’aumentare del reddito e per i turisti di città. Il 57% degli italiani ritiene di valore basso una vacanza senza ambiente incontaminato e bel paesaggio, per il 20% non vale addirittura nulla.

Beh, dovrebbero certamente tenerne conto gli amministratori gardesani nella pianificazione del territorio: l’ennesima prova che cemento non va d’accordo con un turismo di qualità.

Questo paesaggio è un patrimonio che non va disperso …

Le mete ideali?
Il Trentino Alto Adige per bellezze naturali e percorsi naturalistici, la Toscana per città d’arte e turismo enogastronomico, la Sicilia per prodotti agroalimentari tipici, l’Emilia Romagna per miglior rapporto qualità e prezzo, la Lombardia per offerta culturale.

… elementare Watson …

Read Full Post »

In questi giorni sul Garda fa notizia la lettera aperta ai Gardesani di Aventino Frau, presidente uscente della Comunità del Garda, a pochi giorni dall’elezione del nuovo direttivo e del nuovo presidente.
Una lettera critica, che riporto integralmente sotto, ma che personalmente avrei preferito riportasse anche nomi e cognomi, altrimenti siamo sempre al solito gioco “tutti e nessuno”, non richiamando alcuno alle proprie responsabilità, divenendo così uno dei tanti generici sfoghi “gardesani”.

Ma non intendo parlare della lettera, voglio solo rendere un merito personale ad Aventino Frau che all’indomani dell’epidemia di San Felice del 2009 e del grande movimento su vari blog locali, tra cui il mio, ma anche a seguito delle iniziative della nostra associazione San Felice più felice, volle incontrarmi personalmente per ringraziare tutti per l’importante e meritorio lavoro di informazione e sensibilizzazione fatto, spronandoci a continuare su questa strada perché siamo la parte “sana” del Garda, invitandoci anche a fare rete a livello gardesano.
Ci tenne anche a dirmi quanto anche lui condividesse la strategicità nel dotare di ADSL ogni paese del Garda e dell’entroterra.

Vero, parole e una stretta di mano a cui non seguì alcun fatto concreto, ma a me fecero comunque piacere, e valutai con sorpresa per sensibilità e visione.

(altro…)

Read Full Post »

Riflettevo su quanto è potente l’effetto sulla promozione turistica di un territorio diventare location di un importante film internazionale.

L’avevo già personalmente osservato a Megisti (anche detta Kastelòrizo), location del film culto generazionale e premio oscar Mediterraneo di Gabriele Salvatores.

Pochi giorni fa, mi trovo a fare un po’ di hiking nelle Sporadi Settentrionali (Alonissos, Skopelos, Skiathos), location del famoso film musical Mamma Mia!, record di incassi nel 2008.

Ovunque è tutto un pullulare di cartelli come questi …

… ebbene sì, ci sono agenzie che ti organizzano il matrimonio nella scenografica e pittoresca chiesetta sopra lo scoglio, la stessa del matrimonio nel finale di Mamma Mia!, che nella realtà è la chisetta di Agios Nikolaos a Skopelos  (nella foto)

… ma è anche un fiorire di tour organizzati da tutto esaurito tra le isole sui luoghi del film, di cinema all’aperto che trasmettono Mamma Mia! in varie lingue, di negozi che vendono cd con la colonna sonora, di turisti che vagano alla ricerca dei luoghi delle scene chiave del film, di macchine fotografiche che scattano a ripetizione …


… a nessuno pare più interessare la storia di queste isole, o le opere di Alexandros Papadiamantis (Ἀλέξανδρος Παπαδιαμάντης), ora sono ufficialmente i luoghi del mare e di Mamma Mia! … segno dei tempi!

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »