Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Televisione’ Category

Impegno civico, quante definizioni noiose, quante descrizioni inutilmente leziose, quante bocche inette ne parlano in modo repellente.

Qualche sera fa stavo guardando Il Testimone e Pif è riuscito nell’impresa di parlarne in modo leggero, intenso ed emozionante, guardare per credere: bravissimo Pif!

Pif Il Testimone

Annunci

Read Full Post »

Devo ammettere che è un vero piacere vedere una propria piccola co-creazione sbaragliare tutte le più grandi e blasonate università italiane (che sono e restano per me dei modelli), con le enormi risorse e società che hanno alle spalle; mi sono sentito un po’ un Davide contro vari Golia, è stato un bel colpo e una piacevole sorpresa.

1 dicembre 2011, sono a Bologna nel suggestivo auditorium Enzo Biagi in Piazza del Nettuno per la premiazione dei Teletopi 2011, l’oscar italiano delle webtv; siamo alla categoria webtv universitarie  … rullo di tamburi … and the winner is: youcatt.it!
La motivazione: «Per aver saputo veicolare cultura e formazione, uscendo anche fuori dal contesto universitario e utilizzando uno stile giovane e non convenzionale».

Il buffo nome Teletopi intende parafrasare la più nota competizione dei Telegatti, avendo però come riferimento l’animale simbolo della navigazione, il mouse.

YouCatt è la webtv della sede di Brescia dell’Università Cattolica, quindi tutto sommato una realtà molto piccola. Coscienti quindi che non potevamo competere sul piano della tecnica e delle risorse, noi ci siamo giocati il tutto e per tutto non solo con la tecnologia “easy” e “very very low cost”, ma soprattutto con la creatività e la freschezza ed è andata bene direi.

Noi in particolare abbiamo portato la nostra rubrica settimanale di libri “libri in pillole” e nello specifico questa puntata dedicata al giardinaggio:

La giuria era presieduta da Carmen Lasorella (Direttore Generale San Marino RTV, ex Rai) ed era composta da persone autorevoli come Luca De Biase (Nòva24-Sole24Ore), Marco Pratellesi (Conde Nast), Mirella Poggialini (Avvenire), Francesco Specchia (Libero), Piero Gaffuri (Rai Nuovi Media), Alessandra Comazzi (La Stampa), Carlo Infante (l’Unità), Riccardo Bonacina (Vita), Mariano Sabatini (Metro), Antonio Sofi (Rai3).

A dire il vero ho giocato un po’ d’astuzia facendo tesoro di alcune dichiarazioni che avevo sentito in passato in cui invitavano le webtv a non seguire i modelli e i format della tv generalista, ma ad idearne di nuovi, più immediati, freschi e disisntermediati, da qui la scelta del video con cui presentarci.

(altro…)

Read Full Post »

La cura e la passione degli inglesi per la casa, il giardino e le aste sono note a tutti.

Guardando però i canali BBC che vengono trasmessi solo in Inghilterra (che ricevo con la mia parabola rotante) è molto curioso vedere come queste passioni siano in modo incrociato alla base di vari programmi televisivi che occupano una buona percentuale dei palinsesti, programmi che sono tra l’altro molto carini e una grande fonte di ispirazione per gli amanti della casa.

Eccone solo alcuni che vengono trasmessi quotidianamente a titolo di esempio:

Escape to the Country
Veramente meraviglioso, il mio preferito. Ogni sera c’è una famiglia che ha deciso di trasferirsi dalla città alla campagna inglese in una zona d’Inghilterra e quindi un agente immobiliare li accompagna nella scelta di un casale da acquistare, tra tre sempre meravigliosi che gli vengono fatti visitare, di cui uno per la sua struttura particolare viene detto “the mistery house”.

Cash in the Attic
C’è una famiglia che ha bisogno di denaro per realizzare un’opera. Un esperto valutatore quindi ricerca nella loro casa oggetti, antichità che poi verranno messi all’asta al fine di raccimolare il denaro necessario.

Homes under the Hammer
In ogni puntata vengono seguite due o tre case acquistate all’asta in cattive condizioni. Queste case vengono poi ristrutturate, risistemate e rivendure. Interessante osservare il guadagno ed anche le soluzioni adottate con il miglior rapporto qualità-prezzo.

Bargain Hunt
In ogni puntata a due team viene affidato un budget con cui acquistare delle antichità accompagnati da un esperto. Il materiale acquistato viene successivamente venduto ad un’asta pubblica e vince chi ha guadagnato di più.

Flog It
In ogni puntata vengono scelti degli oggetti antichi, i più promettenti a detta degli esperti tra quelli  portati dal pubblico, oggetti che vengono poi venduti ad un’asta pubblica.

Mad about the House
Questo è un programma crudele. Ad una coppia che non hai i soldi per risistemare la propria casa viene dato un budget per farlo, ma con l’unica condizione che sia solo uno dei due a prendere tutte le decisioni su come farlo. Crudelissimo!

To Buy or not To Buy
In ogni puntata ci sono dei partecipanti che hanno bisogno di acquistare una casa ai quali viene concesso di testare in anticipo l’abitazione in previsione dell’acquisto.

Insomma, potrei continuare facendo ulteriori esempi di programmi come Antiques Roadshow o altri ancora.

Certo è che stavo riflettendo su come è strano che invece dei format del genere non vengano realizzati in Italia, la patria della “casa di proprietà”.
Secondo me avrebbero successo, anzi, io un’ideuzza ce l’avrei proprio …
😉

Read Full Post »

Ragazzi, ma quanto sono brave queste due ragazze della rubrica Libri in pillole su YOUCatt?

Lo so, avevo promesso di non parlare del mio lavoro, ma quando ho visto questo filmato proprio non ho resistito, perché mi sento molto orgoglioso con il mio lavoro di contribuire a dar visibilità anche a questi talenti.

Da questa settimana su YOUCatt abbiamo fatto partire una nuova rubrica dedicata ai libri intitolata Libri in Pillole che, nella filosofia di YOUCatt è interamente pensata, girata, montata e realizzata da studenti.

Il primo video in linea per me è stata una vera sorpresa: bello, fresco, con grande ritmo, giovane, con tocchi di piacevolissima creatività nel passaggio da un libro all’altro.
Complimenti a Silvia Mazzetti che ne è l’autrice oltre che la protagonista e a Francesca Perego che ne ha realizzato le riprese e il montaggio.

Beh, a mio avviso ci troviamo davanti ad una produzione professionale, segnatevi i nomi perché se si considera la loro giovanissima età penso che di queste ragazze ne sentiremo parlare.
Brave, anzi, bravissime! 🙂

Read Full Post »

La puntata di Mondo Agricolo di ieri era sul Garda Bresciano e in particolare sulle nostre zone della Valtenesi ed è stata molto bella!

Sembra quasi abbiano letto il mio post di qualche tempo fa su questo splendido programma televisivo e li abbiano chiamati.

Sono tra l’altro stati anche a San Felice dove hanno visitato il bel Santuario della Madonna del Carmine.

Hanno però ovviamente parlato soprattutto di gastronomia e di vini, in particolare hanno presentato i due vini più rappresentativi della nostra zona: il groppello e il chiaretto.
Mi ha incuriosito una nuova produzione delle cantine Pasini, a 2 km da casa mia, che mi sa che proverò: lo spumante di groppello.

E poi cheddire, molto belle le immagini del lago d’autunno e del pescatore che va a vendere il pesce pescato ai ristoratori direttamente sulla spiaggia arrivando con la barca.

Ottimi anche i piatti presentati soprattutto quelli a base di pesce, anche se personalmente non sopporto le presentazioni eccessivamente elaborate dei piatti.
Inoltre i bicchieri sono fatti per bere, quindi per favore evitate di metterci dentro zuppe o altre preparazioni, usate piatti e fondine, e poi fate porzioni decenti e non quelle minuscole formine tonde che in un boccone sono già “partite”: siamo uomini e donne, mica uccellini! 
🙂

Read Full Post »

La puntata di ieri di Mondo Agricolo era su Valdastico, una bella zona di mezza montagna in provincia di Vicenza.

La puntata, soprattutto la seconda parte è stata un po’ fiacchina, interessante però l’incontro con il Sindaco che ha illustrato il progetto di recupero di una parte del loro territorio riportando sui terreni il pascolo degli animali, e incentivando e recuperando la coltivazione di due ottimi prodotti tipici che da sempre hanno sfamato le genti della zona, i fagioli e una qualità di patate autoctone molto farinose, perfette per il piatto locale: i gnocchi di patate.

Complimenti al Comune di Valdastico e al Sindaco per questa magnifico esempio di valorizzazione dei propri terreni!

Read Full Post »

La domenica a casa nostra ad ora di pranzo alle 12.40 c’è un appuntamento fisso, quello con Mondo Agricolo, a giudizio della nostra Auditel famigliare il più bel programma della televisione italiana.

Oramai è diventato un rito e la domenica da noi a pranzo la tavola si apparecchia con il lato rivolto verso la tele libero e tutti noi disposti ad anfiteatro per meglio goderci la visione.

Il programma, prodotto dalla veronese TeleArena (ma viene trasmesso anche su varie tv locali del nord Italia, noi infatti lo guardiamo su Brescia PuntoTV) dura circa 1 oretta ed è una rubrica settimanale dedicata ad agricoltura ambiente e territorio, con approfondimenti sugli aspetti caratteristici che lo contraddistinguono: gastronomia, tradizioni, cultura, imprenditorialità agricola, bellezze naturali, sport.

Ogni puntata è dedicata ad una zona particolare, e il programma copre soprattutto le aree del Garda, del Veneto, del mantovano e del Trentino Alto Adige.
Domenica scorsa sono terminate le repliche ed è iniziata la nuova stagione con una puntata sul Monte Baldo e in particolare sulla zona di Ferrara di Monte Baldo (ecco sotto un paio di foto, la qualità è un po’ scarsina perché ho fotografato fisicamente la televisione 🙂 ).

Mondo Agricolo è condotto da Stefano Cantiero un bravissimo ma soprattutto simpaticissimo giornalista, “uno di noi”, che si veste con vestiti casual come chiunque farebbe andando in campagna o in montagna, che ogni tanto ci piazza qualche frase in dialetto veneto, che è goloso ed ha sempre una gran voglia di mangiare e sedersi a tavola, che fa le domande come farebbe un turista qualunque, che ha un po’ di pancetta e non ha paura di mostrarla e che ogni tanto “spara qualche vaccata” come chiunque fa: fantastica la battuta sulle “frittole” di domenica!

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »